immagine

copertina

Da fine febbraio 2017 sarà disponibile per gli studenti dell’Università di Siena la nuova versione 2017 in italiano in formato cartaceo

Il testo è stato in parte aggiornato sulla base della versione inglese Beta September 2015, profondamente rinnovata e ampliata rispetto alla prima versione Beta.

Il volume può essere acquistato dagli studenti del I anno della Scuola di Economia e Management che frequentano l’insegnamento di Economia politica presso il Centro Stampa del presidio S. Francesco.

Un libro di testo innovativo

Questo è il sito dell’edizione italiana del libro di testo L’ECONOMIA, pensato per gli studenti che iniziano un percorso universitario in materie economiche o scelgono economia come insegnamento complementare, e sviluppato nell’ambito del progetto internazionale coreecon, che vede il coinvolgimento di importanti università in tutto il mondo.

Per saperne di più e accedere alla versione inglese vai al sito core-econ.org

La versione italiana del testo è stata curata dal Dipartimento di Economia Politica e Statistica dell’Università di Siena, che dall’anno accademico 2014-15 partecipa come università pilota alla sua sperimentazione.

La preparazione dell’edizione italiana segue da vicino lo sviluppo dell’edizione inglese.

Questo libro è l’inizio di un viaggio per cambiare il modo in cui l’economia viene insegnata. Chi studia economia e molti di coloro che l’insegnano sono da tempo consapevoli di questa necessità. La pubblicazione sul Financial Times di un articolo sul progetto CORE nel novembre 2013 ha scatenato un dibattito online su insegnamento e apprendimento dell’economia che ha attirato 1.214 post in 48 ore. Gli studenti di economia di tutto il mondo si ponevano la stessa domanda che mi ero posta io stessa qualche anno prima: perché lo studio dell’economia si è così distaccato dalla nostra esperienza di vita reale?

Nataly Grisales, come me studentessa latinoamericano di economia, ha scritto recentemente sul suo blog: «Prima che io scegliessi economia, un professore disse che l’economia mi avrebbe dato un modo di descrivere e prevedere il comportamento umano attraverso strumenti matematici. Tale opportunità mi sembra ancora bellissima. Tuttavia dopo semestri di studio ho avuto molti strumenti matematici, ma tutte le persone che volevo studiare erano scomparse dalla scena».

Come Nataly, anche io ricordo di essermi chiesta se i miei corsi di economia mi avrebbe mai permesso di rispondere a tutte le domande che all’inizio mi avevano motivato a studiare economia.

Piuttosto che cercare di essere “tutto quello che avreste voluto sapere sull’economia”, questo libro è un primo passo per capire come produciamo i mezzi necessari per vivere, come interagiamo con gli altri e con la natura. È bello vedere che il programma affronta la questione della disuguaglianza, quella del cambiamento climatico e la crisi finanziaria; queste sono le domande a cui chi studia economia vorrebbe poter rispondere. Il libro non ha, ovviamente, la pretesa di conoscere tutte le risposte, ma nemmeno vuol far finta che i problemi non esistano.

Vorremmo che quanti più docenti e studenti possibile fossero parte attiva nel cambiamento della disciplina economica. Unitevi a noi.

Camila Cea
Neolaureata presso l’Universidad de Chile e coinvolta nel progetto CORE

L’economia è uno dei più potenti strumenti di interpretazione del mondo reale. Categorie come globalizzazione, sviluppo e sottosviluppo, mercato, ambiente e riscaldamento globale, profitto, impresa, pubblicità etc. difficilmente possono essere comprese a pieno senza utilizzare lo strumentario dell’analisi economica. Se questo è vero, lo studio dell’economia non può che partire dai fatti, dall’analisi delle situazione reale, dalla vita e della scelte concrete dei soggetti economici cercando di dare delle risposte alle domande ancora aperte sulla nostra vita sociale.

Gli economisti e le istituzioni accademiche coinvolte nel progetto CORE sono partiti proprio da qui, utilizzando uno slogan che può apparire banale, ma che nel panorama a volte troppo compassato dell’accademia economica suona come rivoluzionario e provocatorio: teaching economics as if the last decades had happened, insegnare l’economia come se gli ultimi decenni fossero accaduti.

Gli ultimi decenni non sono stati facili per l’economia mondiale e per quella italiana ed europea in particolare. Ma non sono stati facili nemmeno per gli economisti, troppo spesso accusati di non essere riusciti a prevedere la drammatica crisi economica e di riuscire con sempre maggiore difficoltà a spiegare i fenomeni reali, troppo chiusi in teorie e modellizzazioni molto raffinate ma spesso distanti dal mondo reale che vorrebbero spiegare.

Gli autori e i finanziatori del progetto:

Il testo è stato realizzato da un team internazionale di economisti coordinato da:

Wendy Carlin (University College London, direttrice del progetto), Samuel Bowles (Santa Fe Institute), Oscar Landerretche (Universidad de Chile), Margaret Stevens (University of Oxford)

L’elenco completo degli autori e collaboratori è accessibile sul sito core-econ.org.

L’avvio del progetto è stato finanziato dall’Institute for New Economic Thinking di New York, con il sostegno della Azim Premji University, Bangalore, e di Sciences Po, Paris.

Le università pilota che hanno adottato il testo CORE nell’a.a. 2014-15:

Chi desiderasse saperne di più, anche ai fini di una possibile adozione del testo, può contattare:

Massimo D’Antoni
Dipartimento di Economia Politica e Statistica, Università di Siena.
Tel. 0577-232616. Email: DANTONI@unisi.it